ADOZIONI IN MUSICA

La Fondazione Amadeus, nata per favorire la diffusione della cultura musicale, ha tra le principali finalità statutarie quella di prestare particolare attenzione ai giovani. Nella lunga attività di collaborazione col mensile Amadeus, costellata dalla pubblicazione di numerosi cd dedicati a giovani artisti, abbiamo visto spesso realizzarsi i sogni di chi desiderava intraprendere la carriera di musicista, ma quasi sempre, per emergere, hanno dovuto percorrere complicati riti di iniziazione: concorsi, lunghe anticamere nelle segreterie artistiche e viaggi in paesi più attenti al futuro della musica e dell’arte. Le difficoltà che nel nostro Paese incontrano coloro che si avventurano nella difficile carriera del concertismo sono note. Più volte abbiamo avuto l’occasione di parlarne nella rubrica, a noi mensilmente riservata dalla rivista Amadeus, dando spazio in numerose occasioni a giovani interpreti che oggi fanno parte dello star-system.

Nel tentativo di porre un parziale rimedio a questo stato di cose la Fondazione Amadeus ha elaborato, in partnership conl’Associazione Mozart Italia, un programma il cui obbiettivo principale è quello di promuovere il nostro progettoAdozioni in Musica. Questo progetto si rivolge a tutti gli operatori del settore (direttori artistici, responsabili di festival o stagioni musicali …) i quali, aderendo alla nostra iniziativa, contribuiranno ad arricchire la propria programmazione con artisti meritevoli che, nonostante l’età, hanno dimostrato di essere già in grado di affrontare il repertorio classico con consapevolezza e maturità per ottenere il fine di sostenere adeguatamente giovani talenti che hanno intrapreso la carriera concertistica e che, avendo ottenuto importanti riconoscimenti internazionali, offrono tutte le garanzie riguardo alla qualità e all’impegno dal punto di vista artistico.

Adozioni in musica vanta la collaborazione dell’Associazione Mozart Italia per festeggiare il traguardo raggiunto dall’AMI con i suoi 25 anni dalla fondazione e, allo stesso tempo, di programmare per l’anno in corso e per i prossimi anni una serie di attività concertistiche di assoluto valore artistico, estremamente convenienti sul piano economico. LaFondazione Amadeus si riserva il compito di gestire i rapporti con gli artisti, che grazie agli sponsor e agli incassi delle manifestazioni, sono da considerare a costo zero; alle Associazioni Mozart, dislocate su tutto il territorio nazionale, sarà affidato il compito di organizzare localmente il concerto (sala, strumenti, diffusione pubblicitaria locale e contatti con radio e televisioni locali).

Il progetto si avvale inoltre della media partnership con il mensile Amadeus, con Popolare Network/Radio Popolare, con Forma International per le riprese video da trasmettere poi su YouTube, Rai 5 e Classica HD. Siamo in trattative per altri Partners importanti.

La Fondazione si occuperà della comunicazione a livello nazionale (in collaborazione con i partner) con l’ausilio di una adeguata campagna di sostegno, anche attraverso i canali Internet dei siti web e Social Network (Facebook, Twitter, Linkedin, ecc).

Le somme raccolte (al netto delle spese di organizzazione e artistiche e in conformità al regolamento) saranno utilizzate per la costituzione di una o più borse di studio musicali, oppure per contribuire alla produzione di un nuovo CD degli Artisti adottati.

(Gaetano Santangelo)

Gli artisti selezionati dalla nostra apposita commissione per questa prima fase sono:
Nicola Losito (pianoforte)
Duo Demetz (violino) – Bortoluzzi (pianoforte)
Trio Arizza (violino, violonello e pianoforte)
Quartetto Guadagnini (quartetto d’archi)
Quintetto Papageno (quintetto di fiati)